Home Art & StyleArte Graceful, la “ballerina interrotta” è assolta

Graceful, la “ballerina interrotta” è assolta

di Luca De Nardo

Archiviato il procedimento contro il writer Any, che aveva dipinto una ballerina sulla parete di un parcheggio a Padova.

A cura di Luca De Nardo

graceful, lopera di anyIl Writer Any (acronimo di “About New York“), era stato sorpreso la mattina dell’ 8 dicembre, all’alba, da una pattuglia della polizia, dopo aver ricevuto una segnalazione da un passante, che, indignato da quel che stava vedendo, ha avvertito la polizia.

Nulla di più strano, se non fosse che (come peraltro commentato dai più, fin dal medesimo onnipresente Sgarbi) non si trattava di atto di vandalismo, ma di un’opera di Street-Art.
E la stessa opera parla per sé.

Any, alle sei e mezzo di un mattino padovano, si era messo a lavorare a una sua nuova opera che voleva regalare alla città. Gli streetartist (come tutti gli artisti, del resto) sono così, in preda al loro impulso creativo, felici di creare e proporre le proprie opere, meglio se pagati, ma se non fosse così, va bene ugualmente.

È indubbio che oramai la StreeArt sia ampiamente riconosciuta, come linguaggio, come forma espressiva e mal si adatta a quel voler “regolare” il suo processo espressivo.
Molte sono state le proposte che volevano relegare la StreetArt in luoghi e spazi specifici. Ma è plausibile (aggiungeremmo, OVVIO) che una benevola regolamentazione farebbe perdere il senso medesimo di estrema spontaneità della StreetArt.

Immaginate di imporre a Bansky su quali muri, in quali luoghi, in quali orari, poter dipingere. Non fa sorridere solo l’idea?
Gli artisti di strada sono liberi, fugaci, imprevedibili: in verità, come già detto, lo è qualsiasi artista, ma la genesi di uno Street Artist, un ArtWriter, con le loro bombolette in mano, presi da un impulso creativo, abituati ad affrontare l’onta di un arresto, con la paura di non poter completare la loro opera, in preda all’adrenalina di esporre la loro visione e il loro operato, sono incontrollabili nella loro creatività.

E a quanto pare, il Giudice che ha preso in mano il caso di Any, ha deciso a suo favore, malgrado il Codice Penale non faccia distinzione quando si parla di imbrattamento: analizzando il caso, ha voluto distinguere tra un murale che sporca e uno che, invece, abbellisce.
E GRACEFUL, la “ballerina interrotta”, rientra in questo caso.

Ora, non vorremmo scomodare ancora Pasolini, già citato nell’articolo Chi mi ama, mi segua, ma anticipando di anni un pensiero che sembra attuale e sempre moderno, egli formulava il pensiero per cui l’espressività è una forma di comunicazione umanistica eternamente cangiante in antitesi alla stereotipazione di forme di comunicazione (e noi aggiungeremmo forme d’arte) oramai stantie e convenzionali.

E consentiteci di affermare che la StreetArt – senza l’obbligo di dover piacere sempre – ha questo ruolo. Quello di avere una forma espressiva che viene dal basso, senza essere imposta da menti superiori pensanti che definiscono cosa è e cosa non è ARTE. Ed un muro grigio, è più bello con “Graceful”.

CHI È ANY?
any about new yorkDiplomatosi all’istituto d’arte Pietro Selvatico, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti e la facoltà di Architettura a Venezia.
Ha cominciato a dipingere durante la scuola partecipando ad alcune esposizioni tra cui la Bevilacqua La Masa, sia a Padova che a Venezia e, più recentemente, la manifestazione Super Walls Biennale di StreetArt. La sua tecnica d’esordio è stata l’acquerello, per poi passare alla pittura ad olio, frequentando gli atelier di Busan e Galuppo. In seguito è passato all’acrilico, eliminando progressivamente la matericità del colore, fino ad arrivare al carboncino puro. Durante gli anni dell’Accademia, ha studiato con Ken Damy ed Ernesto Francalanci, grazie ai quali si è innamorato della fotografia, divenendo in seguito fotografo professionista.

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5

INSTAGRAM

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved  – Designed and Developed by Luca Cassarà