Home Art & StyleFashion & Style Sanremo 2023: la seconda serata – Un podio eterogeneo negli stili e nei gusti
Tananai seconda serata Sanremo 2023: il look Gucci

Sanremo 2023: la seconda serata – Un podio eterogeneo negli stili e nei gusti

di Monica Landro

a cura di Monica Landro
(in diretta da Sanremo)

Siamo alla seconda serata del Festival che a differenza di ieri sera, ci proietta subito nella gara canora.

Apre la gara Will alle 20.56  con una performance dignitosa, ben modulata anche se questi giovani hanno sempre problemi di logopedia. L’abbigliamento è delicato nello stile e nel colore, come la canzone che ha presentato. 

I Modà cantano i Modà, con il solito stile a cui siamo abituati. Rassicurano i fan rimanendo uguali a loro stessi, nello stile, nell’abbigliamento. Un buon abito Armani ci restituisce un Kekko delicato, come delicato è il periodo che sta vivendo. 

È il momento di Sethu, che arriva direttamente da Sanremo giovani. Non comunica nulla, spiace. È giovanissimo, avrà modo di rifarsi, forse. 

Quando salgono sul palco gli Articolo 31, l’Italia batte il piedino a tempo. La canzone c’è. Per chi avesse dubbi, è solo per le pecche canore di J Ax, ma da domani svetterà in radio!

I due ex ragazzini monelli sono cresciuti, hanno abbandonato jeans e magliette strappati e si presentano in elegante doppio petto bianco. 

Ed è il turno di Lazza, l’artista con il record di streaming di Spotify nel 2022! Arriva con un bel brano, trainante, ruffiano e spacca. Confermerà le prime posizioni sulle classifiche di streaming, finalmente entrerà nel circuito radio e lo sentiremo anche in discoteca.Promosso a pieni voti. Forse l’abbigliamento poteva essere più estroso e colorato invece che serioso e un po’ romantico. Ma diventa un dettaglio, perché ha riempito il palco con un beat vincente. 

Da Giorgia ci si aspetta quel Come saprei che fa parte della storia della musica italiana, invece presenta un brano insipido in cui spiccano le due certezze che da sempre la accompagnano: canta divinamente ma le mancano gli autori giusti.

E in quanto al look, sarà forse in linea con il brano allegro e solare ma lo short corto non convince: seppure sbrilluccicante, troppo sportivo per l’occasione. 

Arrivano sul palco Colapesce Dimartino e portano l’atmosfera di Musica leggerissima, perché aveva funzionato. Fanno bene, il brano, anche se con tematiche più importanti, arriva leggero. E leggeri sono loro, anche in quel completo che risulta elegante ma non impegnativo. Funzioneranno, meno dello scorso anno ma funzioneranno. 

Dopo aver ballato con i Black Eyed Peas arriva Shari che ci rimette a posto. Non lascia un grande segno ma la voce c’è e il potenziale pure. Vedremo. Veste un Dolce & Gabbana che nulla dà nulla toglie all’artista. Tutto in divenire.

E’ il momento di Madame. Il pezzo c’è. Si capisce dalle prime note. Un bel ritmo, attuale, lei grintosa e carica. L’abbigliamento accompagna perfettamente lo stile musicale.

Giacca elegante, stivali lunghissimi per quel tocco di trasgressione. Lo stilista, Simone Furlan ha indovinato il look, così come ha fatto con Mara Sattei. 

Levante torna più bionda che mai. Il brano è grintoso e così l’outfit che indossa ma non convince, né l’uno né l’altro. 

Grande attesa per Tananai che nonostante la scorsa edizione sia arrivato ultimo in classifica ha avuto un anno pieno di soddisfazioni e successo. Presenta un pezzo dolcissimo, molto sanremese, romantico. Il cantante milanese è intonato, cosa che appare una piacevole novità. Delicato anche l’outfit.

Nel complesso Tananai mostra una maturità artistica e professionale e la platea dell’Ariston glielo riconosce con un applauso plenario sul finale. 

Grande sorpresa per Rosa Chemical, così tanto discusso per lo stile, le idee, le intenzioni, il testo della canzone. Invece, al netto del testo, un po’ forte, è bella e musicalmente potrà essere apprezzata da giovani e meno giovani. Lui, contrariamente al suo abbigliamento trasgressivo fatto di pelle, bustino, tagli, spille e bondage, è dolce e ringrazia con timidezza e gratitudine per l’opportunità. Ci sta simpatico. 

 68a2017

Sale sul palco LDA, al secolo Luca D’Alessio, figlio di cotanto padre eppure tanto diverso nello stile, per fortuna, mi viene da dire. Riesce ad essere moderno e classico nello stesso tempo. La canzone non è propriamente originale e non gli svolterà la carriera ma la sua è iniziata e sicuramente continuerà. Ottima la scelta della stilista Ylenia Puglia, che lo veste con un bel completo color bluette: giovane e fresco, come lui. 

Siamo alle 00.38 e vengono annunciate le ultime concorrenti della serata: Paola e Chiara.
Attesissime e mai dimenticate, anzi, direi amate dal pubblico italiano. Il brano funziona sul palco e funzionerà ovunque, fino alla prossima estate. Un pop dance che richiama i loro vecchi successi anni ‘90. P
ensano di essere al Festivalbar piuttosto che al Festival della canzone italiana ma glielo concediamo. E gli perdoniamo anche l’outfit e la coreografia.

In attesa della gara ci avevano affascinato con abiti Dolce & Gabbana molto eleganti e raffinati per poi presentarsi sul palco tutte argentate, da capo a piedi e con coreografie un po’ forzate. E un po’ simili all’outfit dei Cugini di Campagna! 

Sanremo 2023: classifica provvisoria e generale della seconda serata

La classifica provvisoria della seconda serata vede un podio così composto: 

  • Colapesce Dimartino
  • Madame
  • Tananai
  • Lazza
  • Giorgia

La classifica generale, che incorpora i voti di ieri sera con quelli di stasera, vede un podio di 5 artisti così composto:

  • Marco Mengoni
  • Colapesce Dimartino
  • Madame
  • Tananai
  • Elodie

A domani, per rivedere insieme tutti i 28 artisti in gara, risentire i pezzi e vedere i nuovi outfit dei cantanti.

 

CREDITS

Fotografo: Alex Fiumara | Mantis Media 

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5

INSTAGRAM

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved  – Designed and Developed by Luca Cassarà