Home Art & StyleFashion & Style Sanremo 2023: la prima serata – Elodie, Mengoni, i Coma Cose
Amadeus, Ferragni, Morandi Sanremo 2023

Sanremo 2023: la prima serata – Elodie, Mengoni, i Coma Cose

di Monica Landro

La prima serata di Sanremo: Elodie internazionale, Mengoni una certezza, i Coma Cose convincenti

a cura di Monica Landro
(in diretta da Sanremo)

Elodie Sanremo 2023Ecco che inizia la 73esima edizione del Festival di Sanremo.
Art&Glamour, oltre a festeggiare il suo primo anno di vita, festeggia anche la sua prima esperienza nella sala stampa Lucio Dalla, in quel della città dei fiori.

Abbiamo cercato di cogliere le affinità tra i brani proposti dai big e il loro outfit sul palco.

Alle 21.20 circa apre la kermesse canora Anna Oxa.

Gotica nello stile, nell’abbigliamento, nello sguardo.

La canzone vorrebbe essere un inno alla serenità, ma lo stile con il quale si presenta non aiuta a seguire il testo ed il suo significato. Da anni lei gioca con la sua immagine e dunque ci siamo abituati ma speriamo che per le prossime uscite riesca a rasserenarsi nello sguardo, nell’abbigliamento, nelle intenzioni.  

gIANMARIA ha un testo furbo, di quello che piace ai giovanissimi e forse per restare allineato proprio a loro,

ha scelto un abbigliamento che ricorda certi cartoni animati, in particolare Lady Oscar.

Con i bimbi Mr. Rain vince facile perché la loro presenza genera un contrappunto emotivo ma in ogni caso il brano è davvero bello, emozionante e la stylist Mimina Cornacchia, che ama i look puliti, ha tenuto conto della canzone e sicuramente anche del prestigioso palco dell’Ariston: un abito nero con brillantini, evocativi del cielo tante volte citato nella canzone. 

L’arrivo di Mengoni sul palco è accompagnato dal venticello che da un mese circola nell’aria: aria di vittoria per lui. Il pezzo è tecnicamente perfetto, così come è

perfettamente sanremese il brano ed infatti nella sua prevedibilità si pone in una zona di comfort

e la sala stampa applaude. Mengoni trova nel palco dell’Ariston un alleato incredibile per crescere professionalmente ogni volta. Spiace per l’abbigliamento. Eravamo abituati agli outfit delicati ed eleganti di Versace ed invece lo stylist Lorenzo Posocco, lo ha vestito di pelle, in stile anni ’80 o forse Village People pensando forse di vestire Dua Lipa o Achille Lauro. 

Lo stesso stilista ha vestito Ariete, la quale avrebbe avuto una bella opportunità salendo sul palco dell’Ariston: uscire da Spotify ed entrare nel mondo reale. L’ha bruciata con un brano mediocre, una voce stonata, un trucco non indovinato ed un vestito fuori misura (nel senso proprio di taglia).

Peccato. Continuerà a funzionare su Spotify.

Ultimo non cerca nulla di speciale per l’occasione, né nella canzone né nell’abbigliamento ed infatti passa un per lo più inosservato. 

I Coma Cose hanno un bel brano, una bella complicità tra la coppia; arriva il sentimento, l’affetto. L’empatia li accomuna anche attraverso l’abbigliamento. Vestiti Vivienne Westwood, lui è più da aperitivo, lei più da gala ma l’effetto finale è palesemente espresso in quel loro abbraccio a fine canzone. Promossi a pieni voti. 

Elodie stupisce ma non stupisce. Da lei ci si aspettava l’eccellenza e lei ci ha accontentato. Bella canzone, dal tiro internazionale, bell’arrangiamento e bel portamento da artista navigata. Il brano svetterà in radio, ne sentiremo il remix durante l’estate e lo streaming le regalerà molti ascolti!

Qui lo stilista Posocco si è fatto perdonare per Mengoni e Ariete.

Dall’abito al trucco, tutto ci restituisce un’ottima performance.

Leo Gasmann è proprio un bravo ragazzo, con una canzone leggera, un entusiasmo contagioso, un sorriso coinvolgente. L’abbigliamento, finalmente sobrio, elegante, allineato alla manifestazione si allinea alla sua immagine di ragazzo dalle belle speranze. Il brano non lascerà grandi tracce, ma potrebbe segnare il solco. 

Il Vestito provocatorio di Chiara Ferragni Sanremo 2023
Il Vestito provocatorio di Chiara Ferragni

I Cugini di campagna attirano l’attenzione fin dalle prime note. Che dire? Restano gli artisti di 30 anni fa che stanno bene ancora oggi, vocalmente e nel loro abbigliamento! Faranno un ottimo tour estivo! Buon per loro. 

Gianluca Grignani prova a reinventare una nuova Storia tra le dita, visto che gli era riuscita bene. In effetti il pezzo sembra bello ma dobbiamo aspettare di sentirlo in radio per confermare il pensiero. Dal vivo, fa fatica, si vede. Abbigliamento in perfetta sintonia con la sua personalità: scura, con una punta di vita.

Olly è uno di quegli artisti che i più si chiederanno chi sia. Non avrei molte risposte ma resta che la canzone non è particolarmente convincente. Mentre invece promuoviamo l’outfit suggerito dallo stilista Lorenzo Oddo : smoking spezzato, sdrammatizzato dalla canotta, dalla catenina, delle sneakers bianche.   

I Colla Zio portano allegria e simpatia sul palco. Portano anche uno schema di band assolutamente inflazionato da anni. Ricordate i Ragazzi Italiani? Ma anche le primissime Spice Girls? Insomma niente di nuovo ma con simpatia e un tripudio di colori.

Circa all’1 di notte chiude la serata Mara Sattei.

Elegante nella voce così come nel suo abbigliamento.

La canzone non promette di essere una hit, ma lei nel complesso chiude la prima serata con quello stile sanremese che stasera spesso ha lasciato a desiderare. 

La prima classifica provvisoria vede un podio di 5 artisti: 

  • Marco Mengoni
  • Elodie
  • Coma Cose
  • Ultimo
  • Leo Gasmann

A domani, per vedere insieme gli altri 14 artisti in gara.

CREDITS
Fotografo: Alex Fiumara | Mantis Media 

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5

INSTAGRAM

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved  – Designed and Developed by Luca Cassarà