Home FotografiaArt Girl Riuscire a stupirsi, tutti i giorni – Micol Azzurro
micol azzurro (3)

Riuscire a stupirsi, tutti i giorni – Micol Azzurro

A cura di Artemide De Blanc
Foto di Fabio Pregnolato

Quello che colpisce di Micol Azzurro – a prescindere dalla ovvia constatazione relativa alla sua bellezza – è la carica vitale. Un torrente incessante di passione, desiderio di espressione di sé stessa. Non in senso egoico, ma nella stessa maniera in cui i bambini guardano il mondo, con occhi di costante stupore e meraviglia.

Hai presente quando si è piccoli? Oggi puoi essere il supereroe, domani altro. Ecco, io ho sempre avuto il desiderio di raccontare storie e farne parte. E fare la ballerina non mi bastava, avevo bisogno di qualcosa di più completo. 

Ballerina, conduttrice, attrice, speaker radiofonica: sei instancabile!
Fare l’attrice e la conduttrice è sempre stato un desiderio potente, ho studiato danza, canto e recitazione, a sei anni cantavo a 10 recitavo. Ho fatto la ballerina in Rai per due anni e, seppure lo amassi, mi faceva sentire segregata in un corpo che balla, avevo bisogno di altro.

La bellezza è un vincolo? Un valore? Un’arma a doppio taglio?
Per fare l’attrice conta poco, anzi, a volte lavorano di più i “caratteri”, come vengono definite in gergo artistico le persone che possiedono un’estetica particolare.

La bellezza in Italia può essere addirittura un deterrente, è molto più importante la tempra, il saper dare qualcosa. 

Ti abbiamo vista in Siccità, di Virzì.  Un bel traguardo…
Virzì è la seconda volta che mi chiama. Un bel film non fa bene solo a chi lo guarda, aiuta a dare il meglio di sé a chi lo interpreta. Ogni volta che mi riguardo in un ruolo rivedo me, nel profondo, rammento le difficoltà, lo stupore che vado cercando tutti i giorni nelle cose, guardo il passato con grande gioia. 

Cosa sogni? A livello artistico intendo
Sogno di interpretare una cattiva speciale, con un mondo articolato dentro, tipo la classica strega delle fiabe, per intenderci. Quanto a registi, mi piacerebbe essere diretta da Christian De Sica, con cui ho già lavorato come attore. E poi Carlo Verdone, lo adoro. 

Fai la doppiatrice, giusto? E partecipi a campagne moda, come riesci a conciliare tutto?
Sono una “diversificatrice” di professione! Ho doppiato me stessa, mi piace fare dirette in streaming, ho iniziato con programmi musicali su Magic Tv anni fa. La moda è uno dei frame che porto avanti: ho vissuto di recente il sogno americano grazie a uno shooting ad Ocean Drive, nel centro di Miami, scattato per Amen gioielli. Sono stata la brand ambassador di Okinawa Shoes. Di recente ho anche aperto un profilo Tik Tok per tornare alla mia vecchia passione, il ballo…

Trovi anche il tempo di ballare su Tik Tok?
In realtà lo ho aperto di recente per trasmettere il trailer del film  Netflix in cui ho recitato, “Non è vero ma ci credo”. Ma ora diventerà la piattaforma su cui trasmetterò uno dei miei skills, la danza, in modo professionale. Sono nata come ballerina e tanti dei miei followers mi chiedono di tornare a ballare. Non saranno balletti puerili, ma contenuti coreografici di qualità. 

Credi alle promesse inclusive della moda o pensi sia solo facciata?
Mah, la couture prevede i canoni della magrezza estrema, un certo tipo di altezza, visi androgini fanno parte del copione, della mise en place dell’abito. Poi, certamente, i brand si stanno aprendo a forme più curvy, ad esempio Vittoria Secret’s si è allontanata tempo fa dalle regole severe dell’estetica fashion, abbracciando mondi più morbidi. 

Il tuo rapporto con la nudità ?
Io nuda mi sento benissimo, ma ci sono parti che attengono alla mia sfera privata, alla mia sensibilità e quelle le condivido con chi amo. Non ho nulla contro il nudo esposto, a patto che sia fatto con libertà emotiva. Se viene vissuto come forma di espressione autentica diventa anche aulico, ovviamente con le dovute maniere. Lo condivido fino al punto in cui racconta qualcosa di te. 

Mi giunge voce che tu stia scrivendo un libro e…che tu sia single! È vero?
Si, sto scrivendo un libro. E…si, sono single e  sto lottando con le unghie e con i denti per rimanere ancora un po’ tale  perché lo sono stata poco nella vita! (Dubitiamo che ci riuscirà ma siamo curiosi di vedere come va a finire, ndr) 

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5

INSTAGRAM

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved  – Designed and Developed by Luca Cassarà