Home Fotografia Armani-Parisotto: l’iperbole del tempo sospeso
armani parisotto

Armani-Parisotto: l’iperbole del tempo sospeso

A cura di Monica Camozzi

Marino Parisotto cercava l’emozione nel movimento. Eppure, nella sua poetica fotografica, il tempo sembra quasi sospeso in una sorta di metafisica surreale.  Fu questo tratto, fra gli altri, a colpire Giorgio Armani.

Di Marino Parisotto mi ha colpito fin da subito lo stile: narrativo e a tratti surreale, ma senza forzature – dichiara ad Art&Glamour il grande stilista ed imprenditore- C’era un’idea di sintesi nei suoi scatti che sentivo a me vicina: per questo, insieme a mia sorella Rosanna, lo abbiamo voluto nella squadra di fotografi di Emporio Armani Magazine.

Erano gli anni Novanta, Marino aveva appena creato per Wella un vero e proprio cahier des anges, dove angeli bianchi e neri si muovevano su una spiaggia deserta di Miami, esprimendo quella spiritualità che permeava le sue immagini sensuali e oniriche.  

I suoi Black and White Angels sarebbero diventati il punto di riferimento di fotografi come Peter Lindbergh, che li rimaterializzò per le strade di New York. 

La ricerca del divino fu una pulsione cardine non solo per il fotografo, ma anche per l’uomo, come spiega la figlia Sofia nell’intervista su Art&Glamour magazine. Tanto che, sempre per Wella,  Parisotto pubblicherà Sky over New York, un libro in cui essenze angeliche sorvolano la Grande Mela esprimendo il loro amore e la loro compassione per il genere umano. 

Ed è lì, che lo intercetta Giorgio Armani, affidandogli una trentina di pagine –copertina compresa- sul prestigioso Emporio Armani Magazine. 

Marino otteneva l’effetto con un uso sapiente di lenti e inquadrature, un calibro attento delle pose, e poi la ricchezza del bianco e nero. Ha creato un modo di guardare la moda iperbolico e coinvolgente, e per questo va ricordato.

fall winter 1996

Per Armani,  Parisotto reinventa il mito di Icaro, con enormi ali che infrangono la loro apertura sullo sfondo di un bianco e nero emozionale, potente, raffinato. L’impatto è cinematografico, la luce inconfondibile, a narrativa traccia quella sensualità rarefatta che di lì a poco sfocerà nel libro Senso, editato per Fnac con una tiratura di diecimila copie e andato esaurito nel giro di pochi mesi. 

Il nostro miglior tributo alla grandezza di Marino Parisotto e al talento di Giorgio Armani è la gallery fotografica che segue.

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5

INSTAGRAM

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved  – Designed and Developed by Luca Cassarà