Home In evidenza Vinicio Marchioni pubblica “Tre notti”: il debutto letterario
Vinicio Marchioni pubblica "Tre notti": il debutto letterario. Fotografia di Cosimo Buccolieri.

Vinicio Marchioni pubblica “Tre notti”: il debutto letterario

A cura di Tobia Dell’Olio
Fotografia in copertina di Cosimo Buccolieri

Vinicio Marchioni ha debuttato come scrittore. Dopo cinema, serie tv e teatro, dopo essere stato produttore, sceneggiatore, regista e attore in alcuni videoclip musicali (da Vasco Rossi ai Baustelle fino a Motta), il famoso “Freddo” di Romanzo Criminale o “Nino” nel film diretto da Paola Cortellesi “C’è ancora domani” si è presentato in libreria con “Tre notti”. Siamo alla periferia di Roma, è il 29 novembre del 1991 e Andrea, 15 anni, perde il padre. Fugge dal dolore per tre notti a bordo di un’auto con Martina e la musica dei Guns N’ Roses, tre notti importanti alla scoperta di se stesso, della vita e di un padre mai effettivamente conosciuto. Ci sarà qualcosa di personale in queste 228 pagine?

Libro "Tre notti" di Vinicio Marchioni di Rizzoli Editore.
Impossibile non pensare che Andrea e Vinicio siano a stretto contatto
Dopo vari traslochi, sono apparsi dei miei vecchi diari e ho scoperto un adolescente di 15 anni, sofferente, tenero e ho pensato che raccontare quel periodo e rimettersi in quella situazione poteva essere una buona cosa. Ma non ho pensato affatto al cinema o al teatro ma solo ad un libro e le tre notti mi sono sembrate un passaggio fondamentale per la vita di quel ragazzo, ossia io.

10 anni per scriverlo
Ho fatto tante cose, ma più che altro ho dovuto maturare la storia, l’ho dovuta assorbire perché quando dopo vent’anni ho ripreso in mano quei diari mi sembrava di leggere la vita di qualcun altro, ero molto distante. Aggiungo che forse da padre e da compagno era arrivato il momento giusto per raccontarmi. Volevo raccontare l’adolescenza, il distacco dal padre, di quelle ore in cui perdiamo qualcuno ma anche raccontare della vita che prosegue e delle persone che ci stanno vicino.

Ritratto di Vinicio Marchioni, autore di "Tre notti", edito da Rizzoli.
Un romanzo maschile o femminile?
Racconto della fragilità della figura maschile, quindi maschile ma anche molto femminile perché descrivendo gli uomini mi sono divertito a svuotarli del loro maschilismo. Uomini adulti ma anche adolescenti perché questi ultimi ci osservano, anche se non ci ascoltano, e quindi si ispirano.

A proposito di figure maschili, recentemente hai interpretato Nino.
Paola Cortellesi mi ha scelto per il suo film “C’è ancora domani”. Duro ma poetico, non doveva essere un intellettuale ma uno di cuore, che amasse e basta, che voleva portare Delia (Cortellesi) via dalla realtà. E infine il colpo di scena con un trabocchetto…che non vi dico, magari non avete ancora visto il film.

Ritratto di Vinicio Marchioni, autore di "Tre notti", edito da Rizzoli.

Un successo clamoroso
Pazzesco, non si ferma e siamo increduli. E il motivo è perché c’è bisogno di parlare di diritti, delle donne, delle votazioni, dei rapporti uomo-donna. Aggiungiamo anche la pellicola in bianco e nero, i bei tempi andati e la poesia dei personaggi.

“Tre notti” di Vinicio Marchioni
Edito da Rizzoli
ISBN 9788817188289

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5