Home Fotografia Premio Ponchielli 2023: Alessandro Cinque trionfa con “Fog Nets”

Premio Ponchielli 2023: Alessandro Cinque trionfa con “Fog Nets”

A cura di Anna Smith

Il Premio Ponchielli 2023 ha incoronato Alessandro Cinque vincitore con il suo straordinario progetto “Fog Nets“. Questo riconoscimento, organizzato dal GRIN (Gruppo Redattori Iconografici Nazionale) in onore del photo editor Amilcare G. Ponchielli, continua a essere una vetrina per le sfide globali raccontate attraverso l’arte della fotografia.

Alessandro Cinque ha brillato in mezzo a oltre 270 progetti, illustrando in modo magistrale il sistema artigianale ideato da Abel Cruz di Lima per fronteggiare la mancanza d’acqua a Lima, la seconda città del mondo costruita in un deserto. La giuria, guidata da Roberta Valtorta, ha elogiato la capacità di Cinque di

catturare l’essenza della vita quotidiana in una realtà segnata dalla povertà.

Valtorta ha enfatizzato l’equilibrio visivo tra le figure umane e il paesaggio, mentre l’atmosfera grigia e opaca della nebbia si trasforma in una potente metafora della condizione umana schiacciata dalla povertà. Il progetto sarà esposto al festival Cortona On The Move da luglio a ottobre 2024.

Davide Monteleone, Critical Mineral and Energy Switch

Davide Monteleone, Critical Mineral and Energy Switch

Il Premio Ponchielli ha anche assegnato menzioni a Michele Borzoni e Rocco Rorandelli per “Environmental Spring” e a Davide Monteleone per Critical Mineral and Energy Switch“. Il titolo di Miglior Libro dell’Anno è stato assegnato a “Presente Infinito” di Armando Perna, lodato per il suo approccio documentario rigoroso e privo di retorica.

WeWorld ha collaborato con il Premio Ponchielli, consegnando la “Menzione speciale WeWorld” ad Annalaura Cattelan per “Dreaming of Zeno“.

Il progetto, focalizzato sui diritti delle donne, racconta l’esperienza di una coppia che ha viaggiato a Barcellona per accedere alla procreazione medicalmente assistita, vietata in Italia alle coppie di donne.

La Menzione GRIN di WeWorld è stata assegnata a Weber Hugo per “Moimom“, un toccante racconto visuale della relazione tra un figlio e sua madre, trasformata attraverso la fotografia dopo un ictus che ha lasciato danni permanenti.

In questa XIX edizione, il Premio Ponchielli emerge come una celebrazione non solo del talento fotografico di Alessandro Cinque, ma anche della diversità di prospettive e delle storie significative che emergono nell’ambito della fotografia impegnata.

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5