Home Art & StyleCinema e Teatro Martina Colombari, al Teatro Manzoni con ‘Fiori d’Acciaio’ nel ruolo di Anna
Martina Colombari a teatro

Martina Colombari, al Teatro Manzoni con ‘Fiori d’Acciaio’ nel ruolo di Anna

A cura di Tobia Dell’Olio

Dal 2 al 14 aprile e poi in tutt’Italia, sei donne vi danno appuntamento sul palco del Teatro Manzoni di Milano per farvi vedere e ascoltare i loro amori, le paure, le risate, i dubbi. Ma anche per parlarvi della loro amicizia, tutti sentimenti che si srotolano in un salone di bellezza di una provincia italiana, Sorrento. Loro sono Barbara de Rossi, Gabriella Silvestri, Alessandra Ferrara, Caterina Milicchio, Cristina Fondi e Martina Colombari sulla scena di “Fiori d’acciaio”, una commedia che, nonostante sia ambientata negli anni ’80, sfiora spesso una profondità emotiva molto attuale e dettata dalle sfide quotidiane di queste protagoniste, dai momenti difficili delle loro vite, ma tutte capaci di rialzarsi grazie alla forza e resilienza femminile. Tra queste c’è Anna, interpretata da Martina Colombari, 48enne, ex Miss Italia, una giovane abbandonata dal marito e rimasta senza soldi, che riuscirà a trovare di nuovo l’amore e il conforto nella religione.

L’abbiamo incontrata in occasione della presentazione dello spettacolo.

Il tuo è un personaggio “forte”
Sono l’ultima arrivata nel gruppo, l’ultima ad entrare dal parrucchiere, ho una storia importante, tradita da un uomo che poi si scopre avere un altro nome e un’altra donna, maltrattata e poi abbandonata. Ma mi accolgono senza giudizio, quasi protetta, poi rinasco, mi amano e mi ricostruisco una vita. “Fiori d’acciaio” è solidarietà, sorellanza.

Purtroppo non una novità di questi tempi
Sul palco siamo negli anni Ottanta e già accadeva, successo anche nei Novanta, nei Duemila e, come ben si sa, succede anche tuttora. Stesse problematiche che speriamo spariscano e che vogliamo portare al pubblico, perché chi viene a vederci deve risollevarsi. E può accadere se si è insieme come noi sei, amiche.

Anna è molto diversa da te
È l’opposto di come sono io, io risoluta lei indecisa, io dalle idee chiare lei sempre in mezzo alle nuvole. Anche esteticamente…mi hanno imbruttita!!! Ho dovuto lavorare molto su di me per dar vita ad Anna.

Insomma non proprio il simbolo dell’empowerment femminile
Affatto, ma solo all’inizio perché poi si fortifica anche grazie alla religione, alla fede, ritrova l’amore, ha un figlio. Tutto grazie al gruppo, al negozio di parrucchiera, un microcosmo dove il tempo sembra essersi fermato ma dove c’è molto spazio per le vite di chiunque, per un confronto e soprattutto per tornare a vivere.

Ti senti al sicuro tra amiche?
Io sono in un gruppo whatsapp chiamato” Le Friends”, siamo tutte mamme, è il nostro filo conduttore, siamo uguali, coinvolte nelle stesse dinamiche familiari, sentimentali, affettive, suoniamo la stessa musica nella stessa orchestra. Non ho molte amiche ma quelle che ho sono speciali, sono d’acciaio come i fiori.

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5