Home Fotografia Malcolm Browne: Il monaco che brucia, 1963
malcolm browne il monaco che brucia 1963

Malcolm Browne: Il monaco che brucia, 1963

A cura di Anna Smith

Nel 1963, la foto di Malcolm Browne ha catturato l’immagine iconica del monaco buddista vietnamita Thích Quảng Đức, che si dava fuoco per protestare contro la persecuzione dei buddisti da parte del governo sudvietnamita. La foto ha vinto il World Press Photo of the Year, ma dietro l’immagine si celava un’importante crisi buddista in Vietnam.

La crisi buddista in Vietnam è stata una ribellione contro il governo cattolico del presidente Ngo Dinh Diem, che era sostenuto dagli Stati Uniti. I buddisti costituivano la maggioranza dei vietnamiti, ma sotto il regime di Diem i cattolici godevano di privilegi speciali, che i buddisti hanno risentito e che hanno portato alla creazione di organizzazioni religiose e laiche per attivare una maggiore consapevolezza politica e sociale.

La crisi si è intensificata dopo la sparatoria di nove civili disarmati a Hue, durante una manifestazione, che ha portato a frequenti manifestazioni di monaci e monache buddisti che chiedevano riforme politiche e libertà religiosa, ma che sono state violentemente represse dal governo.

Malcolm Wilde Browne, il fotografo che ha scattato l’immagine di Thích Quảng Đức, è stato uno dei primi giornalisti americani a parlare della guerra in Vietnam. Ha iniziato la sua carriera durante la guerra di Corea, scrivendo per l’edizione Pacific del quotidiano militare Stars and Stripes. Nel 1959 si è unito all’Associated Press e ha lavorato a Baltimora fino al 1961, quando è stato nominato capo corrispondente per AP in Indocina e si è trasferito a Saigon nel Vietnam del Sud.

Browne ha vinto il Premio Pulitzer nel 1964, condiviso con il corrispondente del New York Times David Halberstam, per il suo reportage perspicace sulla guerra in Vietnam. Nel 1965, la televisione ABC gli ha offerto un posto come principale corrispondente per l’Indocina, ma insoddisfatto dei servizi televisivi, ha lasciato la ABC dopo solo un anno. Successivamente, ha coperto eventi in Sud America, Asia meridionale, Europa orientale e altre regioni per varie testate giornalistiche.

Malcolm Browne è morto nel 2012 a causa del morbo di Parkinson, che gli era stato diagnosticato nel 2000, ma la sua fotografia rimane un potente simbolo della lotta per la libertà religiosa e contro la repressione politica.

 

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5