Home Art & StyleArte Madame X di John Singer Sargent: il ritratto che sconvolse Parigi
Ritratto di Madame X di John Singer Sargent

Madame X di John Singer Sargent: il ritratto che sconvolse Parigi

di Anna Smith

A cura di Anna Smith

Madame X” è un celebre ritratto realizzato dal pittore John Singer Sargent tra il 1883 e il 1884. Il dipinto raffigura Virginie Amélie Avegno, una nobildonna parigina, e fu esibito al Salon di Parigi nel 1884, suscitando un enorme scandalo a causa della tensione erotica che traspare dall’immagine.

Quest’opera è diventata iconica non solo per la sua qualità artistica, ma anche per le controversie che ha generato.

Virginie Amélie Avegno nacque a New Orleans da una famiglia di creoli bianchi, con madre francese e padre di origini italiane. Dopo lo scoppio della guerra civile americana, all’età di otto anni, si trasferì a Parigi con la madre. Qui venne educata secondo le consuetudini della borghesia parigina e, in seguito, sposò il banchiere e magnate navale Pierre Gautreau. Virginie divenne nota non solo per la sua particolare bellezza e il suo incarnato chiaro, ma anche per il suo comportamento libertino.

Schizzo di Madame X di John Singer Sargent

Schizzo del ritratto di Madame X

Sargent, colpito dalla bellezza di Virginie, le chiese di posare per lui. Nonostante avesse rifiutato altre proposte simili, Virginie acconsentì. La realizzazione del ritratto fu un processo travagliato: Sargent non riusciva a decidere la posa ideale. Durante un soggiorno estivo in Bretagna, realizzò una serie di schizzi rappresentandola in diverse posizioni. Alla fine, dopo un viaggio in Olanda e ispirato dal pittore Frans Hals,

decise di ritrarla in piedi, di profilo, con il braccio appoggiato a un tavolino, utilizzando la tecnica del chiaroscuro per far risaltare la sua pelle estremamente chiara.

Il dipinto, di grandi dimensioni (due metri e mezzo per un metro), fu esposto nella sala 31 del Salon di Parigi nel 1884. L’abito nero e scollato di Virginie, adornato da spalline gioiello, e la sua pelle pallida crearono immediatamente scandalo. Le critiche furono feroci, con il quotidiano Le Figaro che parlò della scandalosa spallina cadente, affermando:

Un solo movimento e potrebbe rimanere nuda.

Schizzo del ritratto di Madame Gautreau, realizzato con acquarelli, 1883

Schizzo del ritratto di Madame Gautreau, realizzato con acquarelli, 1883

Il pubblico e la critica trovarono l’opera volgare e inappropriata per i rigidi standard morali dell’epoca.

Per attenuare lo scandalo, Sargent modificò il dipinto, sollevando la spallina cadente e rinominandolo “Madame X” per nascondere l’identità di Virginie. Tuttavia, il clamore non si placò e l’artista fu costretto a ritirare l’opera dal Salon. La famiglia Gautreau si rifiutò di acquistare il quadro, e Sargent, scoraggiato, si trasferì in Inghilterra dove ebbe più successo come ritrattista. Virginie, dal canto suo, si ritirò dalla vita pubblica e cercò di reinserirsi nella società che il dipinto aveva tanto sconvolto.

Ritratto di Madame X di John Singer Sargent

Ritratto di Madame X di John Singer Sargent

Nel 1916, un anno dopo la morte di Virginie, il dipinto fu acquistato dal Metropolitan Museum di New York per mille dollari. Sargent confermò il nuovo titolo “Madame X” per celare l’identità della protagonista e difendere la propria reputazione dalle critiche.

Questo ritratto, con il tempo, è diventato un simbolo di bellezza e audacia, riconosciuto per il suo stile unico e la sua storia controversa.

“Madame X” rimane un’opera d’arte affascinante e controversa che sfidò le convenzioni sociali dell’epoca. Sargent riuscì a mettere in risalto la bellezza eterea e il carattere deciso di Virginie Amélie Avegno, incorporando anche una sottile nota erotica. Questo dipinto non solo cattura l’essenza della modella, ma rappresenta anche un momento significativo nella carriera di Sargent e nella storia dell’arte.

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5