Home In evidenza Jon Fosse, Premio Nobel per la letteratura 2023: uno scrittore tra teatro e narrativa
fosse

Jon Fosse, Premio Nobel per la letteratura 2023: uno scrittore tra teatro e narrativa

Tematiche moderne e attuali lo rendono uno scrittore di grande rilevanza

A cura di Monica Landro

Il premio Nobel per la letteratura 2023 è stato assegnato al norvegese Jon Fosse,

che già risultava tra i favoriti di quest’anno. Scrittore, poeta e drammaturgo norvegese, Jon Fosse è considerato uno dei maestri della letteratura scandinava.

Jon Fosse è nato il 29 settembre 1959 a Haugesund, piccola cittadina norvegese ma è poi cresciuto a Strandebarm, sullo spettacolare fiordo di Hardanger. Dopo la laura in letteratura, si è dedicato alla scrittura e all’insegnamento della stessa presso l’Università di Bergen.

Oggi vive ancora in Norvegia, precisamente a Oslo, in una residenza che il re di Norvegia gli ha concesso per i meriti letterari che lo hanno reso famoso a livello internazionale. Viene soprannominato il “Samuel Beckett del XXI secolo” per via delle numerose produzioni tutte significative della drammaturgia contemporanea.

Il suo esordio risale al 1983 con il romanzo “Raudt, svart” (“Rosso, nero”) ma la sua penna ha sempre saputo spaziare dalla narrativa alla poesia, passando per la saggistica e la letteratura per l’infanzia, grazie alla quale ha ottenuto molteplici riconoscimenti, già a partire dagli anni ’90. Nel corso della sua carriera ha anche ottenuto prestigiosi premi come il Premio Internazionale Henrik Ibsen e l’European Prize for Literature. Le sue opere sono state tradotte in oltre 40 lingue, compreso l’italiano.

La cifra stilistica di Fosse è caratterizzata da una scrittura essenziale e spietata

in cui divario generazionale e precarietà dei rapporti vengono indagati nelle loro contraddizioni e instabilità. Lo scrittore è anche molto e forse soprattutto noto per i suoi testi teatrali che spesso esplorano temi profondi e complessi, come la natura umana, l’identità, l’isolamento e la mortalità. Tra le sue opere teatrali più famose si annoverano “Lezioni notturne” (Nattskjelvet) e “Un’altra vita” (Eit anna liv).

I suoi testi teatrali sono stati messi in scena in tutto il mondo.

Sebbene il lavoro principale e più distintivo di Jon Fosse sia nel campo del teatro, dove ha ottenuto fama internazionale, è importante sottolineare come i suoi romanzi riflettano molte tematiche moderne e attuali che lo rendono uno scrittore di grande rilevanza nella letteratura contemporanea.

Tra i suoi romanzi più famosi possiamo citare:

Melancholia” del 1995. Si tratta di uno dei suoi più celebri ed è stato tradotto in numerose lingue. La storia vede come protagonista Lars Hertervig, un pittore norvegese del XIX secolo, e affronta temi di isolamento, follia e creatività.

Naustet” (The Boat) del 1990. Ambientato in un villaggio costiero norvegese, il romanzo segue le vicende di una famiglia che deve affrontare una tragedia in mare. Il libro esplora temi di perdita, colpa e sopravvivenza.

Morgon og kveld” (Morning and Evening) del 2000. La storia racconta la vita di un uomo anziano che riflette sul suo passato mentre affronta la sua morte imminente. Questo romanzo ha ricevuto il Premio della Critica norvegese ed è uno dei lavori più noti di Fosse.

Alise” del 2018. Questo romanzo è una narrazione profonda e contemplativa di una donna che riflette sulla sua vita e sulle relazioni mentre si trova in una situazione di crisi.

Jon Fosse Av Tom A. Kolstad/Samlaget. Lisens: CC BY 2.0

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5