Home EdizioneEd. 0 Catching eye : Cosa ci “cattura”?

Catching eye : Cosa ci “cattura”?

di Monica Camozzi

Non penserete che saremo monotematici, vero?  Non sarà solo il femminile, a catturarvi.  

A cura di Monica Camozzi

Siamo tutti un po’ voyeur, è innegabile. Con pulsioni diverse, ma irresistibilmente attratti da un muro di separazione, da un buco della serratura, da un gusto della scoperta di ciò che viene celato. 

L’erotismo è latente, cova nel solo gesto di guardare attraverso la toppa. Eros è ciò che fa muovere verso qualcosa. Il desiderio, l’intenzione, il pensiero che arriva prima del gesto. 

La bellezza è il suo motore primario. 

 

Siamo qui per portarvela: non penserete che saremo monotematici, vero?  Non sarà solo il femminile, a catturarvi. 

La foto è estremamente voyeuristica, per sua natura. Permette di toccare con lo sguardo. L’obiettivo diventa la narrazione di un desiderio mediato da un occhio umano e da uno meccanico, per questo è doppiamente affascinante. 

Gioca con le percezioni collettive. 

E noi sfondiamo uno degli archetipi più convincenti, la nudità cruda e perfetta del maschio. 

Un rasoio a lama, una bottiglia di birra, una penombra capace di esaltare l’anatomia scultorea del corpo.  

Nelle intercapedini fra un’immagine e l’altra si coglie il respiro, la fotografia è un vaso comunicante che trasferisce frangenti interiori. 

Qualche volta è catching eye. Il più delle volte è catching soul.

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5