Home Eventi e Mostre Margaret Bourke-White. L’opera 1930-1960 – Torino, fino al 06/10/2024

Margaret Bourke-White. L’opera 1930-1960 – Torino, fino al 06/10/2024

di Anna Smith

A cura di Anna Smith

Dal 14 giugno al 6 ottobre 2024, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia a Torino ospiterà una mostra straordinaria dedicata a una delle figure più iconiche della fotografia del Novecento: Margaret Bourke-White. Curata da Monica Poggi, l’esposizione “Margaret Bourke-White. L’opera 1930-1960” ripercorre la carriera della celebre fotografa americana (1904-1971), nota per il suo coraggio e la sua determinazione nel documentare i grandi eventi del Ventesimo secolo.

La mostra presenta 150 immagini significative, accompagnate da una ricca selezione di riviste storiche, tra cui Fortune e LIFE, alle quali Margaret Bourke-White ha contribuito in modo fondamentale. Nel 1929, su invito dell’editore Henry Luce, Bourke-White ha contribuito alla nascita della rivista Fortune e successivamente di LIFE,

diventando l’autrice della prima copertina della rivista il 23 novembre 1936 con uno scatto della diga di Fort Peck, simbolo del trionfo del New Deal e della rinascita americana post-Depressione. Margaret Bourke-White è stata la prima fotografa straniera autorizzata a scattare foto in URSS, documentando la vita quotidiana e i piani quinquennali di Stalin, inclusi iconici ritratti del dittatore.

Margaret Bourke-White, Half-starved slave laborers lying in wooden bunks incl. future Nazi-hunter Elie Wiesel (2nd Row-7L) looking amazed at their liberators, US troops of the 80th Army Div. entered their barracks, in Buchenwald concentration camp. Jena, Germany, 1945. Margaret Bourke-White/The LIFE Picture Collection/Shutterstock

Durante la Seconda Guerra Mondiale, è stata la prima fotografa accreditata alle Forze Armate Americane in zone di guerra, coprendo eventi cruciali in Nord Africa, Italia e Germania, inclusa la liberazione del campo di concentramento di Buchenwald.

Oltre a immortalare i “grandi” della storia, come il Mahatma Gandhi, Bourke-White ha documentato anche le condizioni dei “dimenticati”, denunciando povertà e segregazione razziale nel Sud degli Stati Uniti. La sua opera riflette una profonda comprensione e rappresentazione della complessità dell’esperienza umana.

Margaret Bourke-White. L’opera 1930-1960
Dal 14 giugno al 6 ottobre 2024

LUOGO:
CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia
Via delle Rosine 18 – 10123 Torino
www.camera.to

In copertina: Margaret Bourke-White, African American flood victims lined up to get food and clothing from a Red Cross relief station in front of billboard ironically extolling “World’s Highest Standard of Living/There’s No Way Like the American Way”. Louisville, Kentucky, USA, 1937. Margaret Bourke-White/The LIFE Picture Collection/Shutterstock

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5