Home Eventi e Mostre Jordi Larroch. Lo Sguardo Obiettivo – Milano, fino al 1° luglio

Jordi Larroch. Lo Sguardo Obiettivo – Milano, fino al 1° luglio

A cura di Anna Smith

Dal 19 maggio al 1 luglio 2023, presso la prestigiosa Galleria Matria a Milano, si terrà la mostra personale di Jordi Larroch, uno degli artisti spagnoli più interessanti degli ultimi anni. Nato a Barcellona nel 1978 e attualmente residente a Vitoria-Gasteiz, Larroch si è guadagnato una solida reputazione grazie alla sua straordinaria visione artistica.

La mostra, intitolata “Lo Sguardo Obiettivo“, presenterà al pubblico 20 opere fotografiche in bianco e nero, caratterizzate da uno stile paradossale in cui forma e contenuto si fondono in maniera apparentemente contrastante. Larroch, grazie alla sua ingegnosità e delicatezza, riesce a stupire continuamente gli spettatori con le sue immagini. Sia che si tratti di fiammiferi, pietre, foglie o oggetti quotidiani, per l’artista rappresentano l’occasione per un dialogo tra il reale e l’immaginario. Manipolando, inventando e fotografando oggetti, le sue immagini si manifestano come un’epifania estetica a servizio della poesia visiva.

La mostra offre una selezione di esempi significativi delle costruzioni di giochi visivi realizzati da Larroch. Attraverso l’associazione e la combinazione di oggetti, idee, funzioni e materiali, l’artista crea nuove realtà che si presentano come opere d’arte uniche. Seguendo il percorso espositivo, i visitatori avranno l’opportunità di osservare queste immagini in relazione a tre diverse modalità di fotografare gli oggetti: nella loro forma originale, senza alterazioni; manipolati o costruiti dallo stesso fotografo. L’attenzione dedicata alla scala degli oggetti e all’esplorazione delle loro possibilità poetiche, tra il ritrovamento logico e quello casuale, rappresentano le fondamenta dell’approccio scultoreo-fotografico di Larroch.

Jordi Larroch si diverte a sovvertire la realtà. Nonostante l’apparenza solida e inalterabile del mondo che ci circonda, il minimo cambiamento può rendere evidente la sua fragilità.

Nel corso degli anni, le variazioni introdotte dall’artista negli oggetti – un terreno fertile ed inesauribile – hanno rivelato altre realtà, ampliando la nostra comprensione e spingendoci persino a sorridere nel cogliere o intuire i loro meccanismi. Inizialmente, le immagini di Larroch possono apparire estranee, ma una volta che ci soffermiamo su di esse, riusciamo a riconoscere i suoi giochi, i suoi ammiccamenti, le sue combinazioni e le sue alterazioni. Con Jordi Larroch diventiamo spettatori attivi del suo lavoro, complici di un meccanismo che ci porta a ribaltare il significato abituale e utilitaristico degli oggetti.

Le fotografie dell’artista si uniscono alle immagini degli oggetti decostruiti e ricomposti di Joan Brossa, creando un’affascinante sinergia. Entrambi gli artisti mostrano un interesse per il comportamento di elementi eterogenei, immergendosi in una sfera artistica simile e coltivando un profondo spirito poetico. Larroch, attraverso la sua combinazione poetica tra materia e forma, carica le sue opere di simbolismo. La sua padronanza della fotografia in bianco e nero e la scelta accurata della scenografia oggettuale contribuiscono a creare uno stile inconfondibile.

Attraverso uno sguardo trasversale, Jordi Larroch ci introduce in un universo creativo evocativo, in cui la realtà si mescola all’immaginario. La sua fotografia non è frutto di improvvisazione, ma di un lavoro attento e curato come quello di uno scenografo, manipolando il segno e la sua presenza. Larroch affronta sottilmente l’ambiguità che circonda il mondo, utilizzando abilmente l’ironia degli oggetti per stimolare la nostra riflessione.

La mostra “Lo Sguardo Obiettivo” di Jordi Larroch rappresenta un’opportunità unica per immergersi nell’universo visionario di un artista spagnolo di grande talento.

Le sue opere ci invitano a guardare oltre la superficie delle cose, a esplorare le connessioni nascoste tra il reale e l’immaginario. Lasciatevi sorprendere dalla maestria dell’artista nel trasformare oggetti comuni in straordinari capolavori visivi che stimolano la mente e l’anima. Non perdete l’occasione di visitare questa mostra affascinante che vi condurrà in un viaggio emozionante tra poesia, immaginazione e percezione.

Luogo:
Galleria Matria, Milano

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5

INSTAGRAM

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved  – Designed and Developed by Luca Cassarà