Home Eventi e Mostre Artenumero. Gli artisti e il numero tra XX e XXI secolo – Aosta, fino al 20/10/2024
Artenumero. Gli artisti e il numero tra XX e XXI secolo - Aosta, fino al 20/0/2024

Artenumero. Gli artisti e il numero tra XX e XXI secolo – Aosta, fino al 20/10/2024

di Anna Smith

A cura di Anna Smith

Dal 19 giugno al 20 ottobre 2024, il Museo Archeologico Regionale di Aosta ospita la mostra “Artenumero. Gli artisti e il numero tra XX e XXI secolo“. Promossa dall’Assessorato Beni e attività culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta, la mostra è curata da Angela Madesani e prodotta da Nomos Edizioni. L’esposizione comprende oltre settanta opere di artisti italiani e internazionali, suddivise in cinque sezioni che esplorano il numero attraverso vari linguaggi e tematiche.

Sezione 1: numero e tempo

La prima sezione si concentra sul rapporto tra numero e tempo. On Kawara presenta libri e cartoline che esplorano il tempo. Luca Pancrazzi omaggia il disegno con “24 ore su 24“. Le raffinate opere di Elena Modorati, i calendari e le cartoline di Alighiero Boetti, e i lavori di Franco Vimercati analizzano il tempo da diverse prospettive. Roman Opalka propone una serie importante sul tempo, mentre Carlo Valsecchi utilizza numeri in LED in uno spazio astratto. Daniela Comani crea un diario del XX secolo.

Sezione 2: numero e narrazione

La seconda sezione esamina il legame tra numero e narrazione. Piero Manzoni crea un patto con lo spettatore con la sua Linea, mentre Elisabeth Scherffig e Antoni Tàpies usano il numero per raccontare storie. Joseph Kosuth dedica la sua opera a Donald Judd, e Pietro Bologna esplora i bugiardini degli psicofarmaci. Peter Dreher dipinge lo stesso bicchiere per anni, Paolo Pessarelli utilizza il Financial Times, ed Edward Kienholz critica la società capitalista.

Sezione 3: numero e spazio

La terza sezione esplora la relazione tra numero e spazio. Cioni Carpi documenta una performance del 1977, mentre Andrea “Bobo” Marescalchi combina immagini oggettive con carte da gioco e forme geometriche. Ed Ruscha presenta “Twentysix Gasoline Stations”, documentando un viaggio lungo la Route 66.

Sezione 4: numero, segno e immagine

La quarta sezione si concentra su numero, segno e immagine. Ugo Nespolo, Luigi Ghirri, Maurizio Nannucci e Robert Tiemann esplorano il numero in vari contesti. Hanne Darboven usa i numeri come veicolo verso la musica, Mimmo Iacopino realizza tele con metri da sarto e Vincenzo Merola sceglie i colori casualmente.

Sezione 5: numero e aritmetica

La quinta sezione affronta il rapporto tra numero e aritmetica. Bernar Venet e Mel Bochner esplorano le intersezioni tra matematica e linguaggio. Laura Grisi presenta una grande opera con sassi, Mario Merz utilizza la sequenza di Fibonacci e Vincenzo Agnetti combina matematica e linguaggio. Beatrice Pasquali riflette sull’ars combinatoria con sette dipinti.

Artenumero. Gli artisti e il numero tra XX e XXI secolo
Dal 19 giugno al 20 ottobre 2024

LUOGO:
Museo Archeologico Regionale
Piazza Roncas, 12 – Aosta

In copertina: © Alighiero Boetti, by SIAE 2024 | Alighiero Boetti, oggiundicesimomeseannomillenovecentottantanove, 1989. Ricamo su tela, 102x113 cm. Courtesy Fondazione Ghisla Art Collection, Locarno. Photo Courtesy Fotoearte SA

Potrebbe interessarti anche:

Alma: perle e gioielli
Logo Art & Glamour Magazine

Copyright © 2023  Art & Glamour Srl – All Right Reserved 

Designed and Developed by Luca Cassarà

Art & Glamour Srl – P.Iva: 12834200011
Registro Stampa N. Cronol. 7719/2023 del 23/03/2023
Tribunale di Torino R.G. N° 7719/2023 – Num. Reg. Stampa 5